Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-13 p k2-35 ss13 23a 46

La Stazione Ornitologica Ponzese (2)

Condividi questo articolo

di Massimiliano Cardinale

 

Per il primo articolo della serie, leggi qui

 

Inanellamento e attività

Le attività di cattura e inanellamento nella stazione ornitologica di Ponza sono effettuate a scopi scientifici per lo studio della ecofisiologia delle migrazioni. Gli uccelli vengono catturati con adatte reti poste nella vegetazione ed inanellati con appositi anelli metallici forniti dall’ISPRA (Istituto Superiore per la ricerca e la protezione ambientale).

Gli individui catturati vengono immediatamente rilasciati dopo la raccolta delle misure biometriche e fisiologiche.

Il progetto, iniziato il 18 Marzo, continuerà fino al 25 Maggio.

 

Il “Progetto Piccole Isole” viene anche utilizzato come piattaforma per la divulgazione e la diffusione dei principi basilari della conservazione della natura alle popolazioni locali di Le Forna (Ponza) dove il progetto si svolge.

Ponza rappresenta uno dei punti più importanti per la sosta degli uccelli migratori, grazie alla sua posizione strategica al centro della rotta di migrazione primaverile. Il luogo specifico è stato scelto perché la famiglia dell’Autore del presente articolo ha origini a Le Forna ed il terreno su cui sono posizionate le reti è di sua proprietà.

Ogni anno, il personale della stazione conduce una o più lezioni sull’importanza della conservazione degli habitat naturali e degli uccelli migratori per la salvaguardia degli ecosistemi locali e globali. Il numero di lezioni sarà dipendente dalla disponibilità e dalle necessità delle istituzioni locali ed esse saranno dedicate specialmente alle scuole primarie e secondarie della comunità locale. Le lezioni vengono svolte gratuitamente, sono aperte a tutti e includono una dimostrazione pratica dell´attività di inanellamento e la sua importanza per la conservazione e la ricerca.

Verranno presentati i seguenti argomenti da personale qualificato nella materia e nell’educazione ambientale (durata un’ora circa) :

  • La grande migrazione degli uccelli; significato biologico, strategie, dinamiche, percorsi.
  • La cattura e l’inanellamento; le misure biometriche, il ruolo del grasso, la “benzina” degli uccelli, l’anello ISPRA, l’importanza del ritrovamento.
  • La conservazione della natura; la tutela dell’ambiente, degli ecosistemi, delle specie e degli habitat naturali, l’impatto dell’uomo.
  • Dimostrazione pratica di inanellamento durante la quale verranno mostrate e inanellate alcune specie, descritte le loro caratteristiche principali e la loro ecologia.

Nota –  Le informazioni  e le foto riportate nel presente articolo sono state tratte e sintetizzate dal sito dell’organizzazione, a questo link:

http://www.inanellamentoponza.it/

Il manifesto e il logo sono opera  di Carlo Giannella, da Modena (2009), che ne ha fatto dono all’Associazione

Nei prossimi ‘servizi’ dalla stazione di inanellamente saranno mostrati aspetti dell’attività pratica degli operatori

 

Massimiliano Cardinale

[La Stazione Ornitologica Ponzese (2) – Continua]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.