Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-03-bis u-21 u-23 v4-19a t6-23 Latterini in controluce

La casa in riva al mare, di Lucio Dalla

Condividi questo articolo

proposta dalla Redazione

 

Seguiamo il filo di Dalla, navigatore e isolano anche lui, per ricordare le sue Tremiti…  isole che tanto hanno in comune con la nostra: la separazione, la colonizzazione borbonica, l’essere state sede di confino; persino, come Ponza e Favignana, luogo di detenzione dei libici deportati in massa nel 1911.

Fantastica della libertà e di Maria, questa canzone del 1971 (dal suo terzo album “Storie di casa mia”) che più ha contribuito a lanciarlo come autore sensibile e raffinato. La musica è di Lucio Dalla, i testi di Gianfranco Baldazzi e Sergio Bardotti

 


Leggi qui di seguito il testo:

 

Dalla sua cella lui vedeva solo il mare,
ed una casa bianca in mezzo al blu
e una donna si affacciava Maria,
è il nome che le dava lui…
Alla mattina lei apriva la finestra
e lui pensava quella è casa mia
tu sarai la mia compagna Maria,
una speranza e una follia…

E sognò la libertà,
e sognò di andare via, via
e un anello vide già,
sulla mano di Maria

Lunghi silenzi come sono lunghi gli anni,
parole dolci che si immaginò
questa sera vengo fuori Maria,
ti vengo a fare compagnia

E gli anni stan passando tutti gli anni insieme
ha già i capelli bianchi e non lo sa
dice sempre manca poco, Maria,
vedrai che bella la città…

E sognò la libertà,
e sognò di andare via, via
e un anello vide già,
sulla mano di Maria

E gli anni son passati, tutti gli anni insieme
ed i suoi occhi ormai non vedon più
Disse ancora: la mia donna sei tu,
e poi fu solo in mezzo al blu
e poi fu solo in mezzo al blu,
e poi fu solo in mezzo al blu…

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.