Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0026-026 vic e-11 f4-2 60 Il tunnel "romano" di Chiaia di Luna con le pareti ad "opus reticutatum"

Primo giorno dell’anno

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

 

Auguri a tutti, amici carissimi. Gli ultimi giorni del 2011 mi hanno un  po’ distratto dalle pagine di ponzaracconta, ma in questa prima giornata del 2012 il richiamo della nostra sirena è stato davvero irresistibile.

Buon Anno a tutti i compaesani, agli amici lontani e vicini, a chi vive  nell’isola e a chi ne sta lontano per motivi diversi. Auguriamoci che l’anno appena iniziato possa essere meno peggio di quanto immaginiamo e temiamo. Non possono toglierci anche la speranza, e poi tutti vogliamo e dobbiamo fare qualcosa perché il nostro futuro cambi e possa essere migliore.

Leggevo le parole di Silverio Lamonica di cui condivido in pieno le riflessioni. A mia volta facevo una considerazione sui ‘grandi spaventi’ di fine 2011 (tacendo della tragedia di settembre): in rapida sequenza ci sono stati annunciati: la fine dell’autonomia della scuola con l’accorpamento a San Felice Circeo; la chiusura della centrale elettrica Sep di Giancos con conseguente black out; l’eliminazione  temporanea della seconda corsa del traghetto Laziomar per e da Formia.

In altrettanto rapida sequenza si è venuto poi a sapere che: l’istituto comprensivo ha riconquistato l’autonomia; la centrale elettrica riprenderà a funzionare, seppure nell’attesa ormai annosa del trasferimento in altro sito; la corsa da e per Formia tramite traghetto sarà sostituita da un aliscafo. Insomma… tanto rumore per nulla?

Speriamo sia davvero così. Se Amministratori ed Enti intendono adottare il sistema dei ‘grandi spaventi’ per poi farci considerare ‘straordinarie’ delle condizioni di vita a malapena accettabili ci sono riusciti.

‘Minacciare’ cioè prima eventi disastrosi, e poi confermare di nuovo il pochissimo che abbiamo!? Così uno pensa subito: oddio, meno male che non è successo davvero, e apprezza anche quel poco che ha. Può essere una tattica, chissà!?

Fumata nera invece per le corse da e per Terracina, dove la motonave Carloforte è bloccata per il mancato pagamento degli stipendi ai marittimi da parte della Regione Lazio: e anche questo è un problema davvero serio, che si si ripropone ciclicamente.

Speriamo che il nuovo anno porti uno spiraglio di luce in questa vicenda.

Di nuovo Buon 2012 a tutti dunque. Un augurio di tutto cuore! Ne abbiamo davvero bisogno.

 

Luisa Guarino

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.