Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-05_0 u-37 v4-19a h-24 112 7

Veniamo coi pastori

Condividi questo articolo

di Franco De Luca

 

Quell’anno monsignor Dies, ’u paricchiano, aveva ideato un’‘Accademia’ incentrata sui ‘doni’ da presentare al Bambino Gesù. Era l’Umanità che rendeva omaggio al Bambinello e alla sua povertà facendo dono di  ‘virtù’. Quali altri regali potevamo noi, bambini di Ponza, ardire offrire se non propositi di essere per il futuro speranze di bontà !

Il Bambinello ci attendeva nel grande palco allestito in chiesa. La Madonna aveva le sembianze di Angelina De Luca, san Giuseppe quelle di Ciccillo Costanzo e noi, vestiti da pastorelli, ci genuflettevamo, e ciascuno presentava la sua offerta di bontà. Cantavamo una canzone che il parroco ideò per quella occasione: Veniamo coi pastori.

Quell’anno, nella notte del 24 dicembre, sugli scogli delle Formiche naufragò una nave carica di ferraglia.

Fu un Natale contrastato. Nella cupola i canti, resi brillanti dal luccichìo delle luci e profumati di incenso inneggiavano alla gioia, e nei cuori dei Ponzesi il dolore dei morti affogati lancinava.

Ascolta qui: Veniamo coi pastori (con coro)

 

Francesco De Luca

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.