- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

I soprannomi di Ponza (3)

Condividi questo articolo
[1]

[2]

di Guglielmo Tirendi

Per la prima parte di questo articolo leggi qui [3]

Per la seconda parte leggi qui [4] 

 

Talora i soprannomi sono eredità della famiglia e si tramandano per discendenza:

putechella, pelé, paglierino, pataccone, panzatuosto, pastasciutta, pacchiarone, piscetiello, pintirré, pittore, patalano, purpettone, panariello, pizze pone, pappagallo, purciello, pettenisso, pippammocca, pelerusso, part’azzero, pacchianella, pelleccione, petrusino, pezzereniello, passa passa, parruccone, perchione, palummella, puparuolo, pallaccannone, pannella, pompa, pallera, pappaciello, pisciallietto, palummaro, peppacacata…

quaraquaglio, quacquaracquà, quatte fratello…

ricciolino, rafaniello, recchipuorco.

 

I  soprannomi nascono talvolta perché sono accettati bonariamente dalla persona:

spezzafierro, satore, sigarone, stocco, spezza sale, scarafone, sciabbelone, scassettiello, semiscotte, marachella, scuppettone, sciammereca, saddammuseie, siltom, scarfisso, scimmietta, scillone, spaccamuntagna, sacco, sigaretta, schinizzo, sandocan, spicchiettina…

tirapalle, tarramoto, ticchetacc’, tettarella, talibano, tubbettiello, tatillo, trumbetta, turillo, tappabbuche…

 

Altre volte sono usati all’insaputa dell’interessato, contro la sua volontà; da quelli che sparlano:

u’ vaccaro, u’ vaccariell’, u’ russo, u’ mericano, u’ zimpero, u’ zelluso, u’ cafone, u’ capitano, u’ barbiero, u’ sorridente, u’ messicano, u’ scarpariello, u’ semmentaro, u’ carcerato, u’ preuto, u’ tedesco, u’ cursechese, u’ parrucchiere, u’ iscaiuolo, u’ giudeo, u’ ciucciaro, u’ rallone, u’ puzzulano, u’ purp’, u’ zembarotte, u’ lazziale, u’ mammone, u’ squadriste, u’ diavulo, u’ topo, u’ ciucciariello, u’ tubbiste, u’ uallaruso, u’ belanciero, u’ pulizzastrada, u’ rufele, u’ monaco, u’ magone, u’ pitto, u’ parpazzo, u’ mutariello, u’ gobbo, u’ giapponese, u’ muccuso, u’ bambeniello, u’ cavaliero, u’ tarantino, u’ crasteco, u’ barone, u’ muntagnaro, u’ matto, u’ zingariello, u’ schiattamuorto, u’ sfizziuso, u’ cumparuzzo, u’ squirino, u’ pannazzaro, u’ ncacaglio, u’ quattariello, u’ sciacallo, u’ legionario, u’ palummo, u’ curallaro, u’ gufo…

 

Altre volte sono affibbiati per simpatia, perché evidenziano una qualità o una caratteristica:

vucculella, voccastorta, valanzone, verucciello, uischi, voccacucchiarella…

zompafenesta, zunzariello, zeppulammocca, zucculillo, zimonaco, zerrone, zeppegna, zazzanella, zeppetella, zaccagno, zuchifrutta.

 

I soprannomi sono l’abito colorato di una persona.

[5]

 

[I soprannomi di Ponza. (3) – Fine]

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo
[1]