Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0052-052 e-11 g-03 45 93 marie-la-moglie-di-giovanni-1973

Antica canzone dedicata alla Madonna della Civita

Condividi questo articolo

ricordata da Assunta Scarpati

 

Volevo postarvela ieri ma non me la ricordavo tutta… Grazie all’aiuto di Riccardo lo faccio oggi. Questo canto l’ho appreso da mia nonna e da mamma….
Assunta


Iamme a Custantinopoli
‘ncuntramme ‘na bella signora
tutta bianca di carità.
A Gaeta fui sbarcate
‘na cascia ‘i cristalle
cu’ duie muonece sante
che ghievene accumpagna’.

Esposta la mettevene
lu popole curreva
curreva senza fede
e Maria se ne andò.

Se ne iette sula sulella
‘ncoppe a ‘na cerculelle
‘ncoppe a ‘na cerculelle
se ne iette a abita’.

Passaie ‘nu giovene mute
che pasceve le vaccarelle
Maria della Civita
gli diede la favella.

‘Na voce se senteve
pe’ tutta la città

“MARIA DELLA CIVITA,

CHE BELLE GRAZIE FA!”

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.