Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-05 q-17 ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 06 casa-dei-vitiello Immagini storiche di Ponza

U’ masculillo e ‘a femmenella

Condividi questo articolo

Presento una nuova canzone in dialetto ponzese: U’ masculillo e ‘a femmenella

Il testo è mio, la musica di Nino Picicco

Buon ascolto

Franco De Luca

Ascolta qui il file mp3: U masculillo e a femmenella


E’ belle… belle… belle

U’ masculillo e ’a femmenella.

Addurmute so’ angiulille

e scetàte so’ spenelle.

Teneno allero tutto u’ vecenato

e iuorno e notte so’ serenate.

Sperammo ca manteneno

si no so’ palettate.

 

Comme è bello ’stu uaglione,

tene u’ culo a battaglione,

tene ’a vocca a pizzo a riso

e a nuie c’ha bell’ e stiso.

 

Ll’uocchie belle suie già stanno apierte,

nun s’addorme, stanne certe

a ’sta messa a comme veco

se iastemme e nun se prega.

 

E’ bella… è bella… è bella…

’a figlia ‘i papà è proprio bella

tene ’na voce comme u’ tribbunale

ca se sente ‘a fore i’ scale,

si ce chiudimmo ’a vocca

è ’a vota ca ce sbocca

 

orch.

 

‘Sti figli so’ grazzie ‘i Ddio,

putessero sta ‘lloro comme mò stongo io

stracquato e morto ‘i suonno,

si m’appoggio m’appapagno

stracquato e morto ‘i suonno,

m’appapagno

e me sceco fra duie anne.

 

So’ belle u’ masculillo

e ‘a femmenella

u’ masculillo e ’a femmenella

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.