Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a1-12a d-04 v4-4 dramatherapy-dancing-boat silverio-mazzella Il tunnel "romano" di Chiaia di Luna con le pareti ad "opus reticutatum"

Inaugurata la Mostra fotografica di Montecristo a Ponza

Condividi questo articolo

di Raffaele Sandolo

E’ stata inaugurata ieri (19.06.2011 – N.d.R.) a Ponza, alle ore 17.00, la Mostra fotografica “Montecristo, l’isola che c’è”. Il grande evento ponzese, organizzato dall’Associazione Amici di Montecristo con sede a Portoferraio (Isola d’Elba) e patrocinato dal Comune di Ponza, allieta l’isola durante la settimana dei festeggiamenti di San Silverio, patrono, protraendosi dal 19 giugno per una settimana.

Impaziente è stata l’attesa dei ponzesi, dei turisti presenti come pure degli elbani, che sono arrivati con la nave della Moby Lines.

Le vie e le piazze di Ponza erano affollate per i festeggiamenti in corso. Nel pomeriggio si è creato un movimento di folla che si è riversato verso la sala espositiva di via Roma dove tutto era pronto per l’apertura dell’esposizione. C’era una grande attesa di vedere le immagini dell’affascinante isola toscana, misteriosa e leggendaria, descritta nel libro “Il Conte di Montecristo” di A. Dumas.

L’inaugurazione è avvenuta alla presenza del Vicesindaco Daniele Vitiello e dell’Assessore al Turismo Maria Pagano che hanno presentato l’iniziativa. Prima di visitare i pannelli fotografici ci si è soffermati per piacevoli momenti  di incontri fra visitatori fra cui erano presenti anche italoamericani di origine ponzese. E’ stato offerto un aperitivo con vino locale delle Antiche Cantine Migliaccio e fornite informazioni da parte di soci presenti. Successivamente è stato presentato il Progetto della Mostra da parte di Sandra Togni, Presidente dell’Associazione, e Raffaele Sandolo, Responsabile della Mostra, ha parlato della vita dei guardiani dell’isola e dei pescatori ponzesi che lavoravano nel mare fra Montecristo, Pianosa e l’Africhella.

Quindi si sono attivati i percorsi con lo sguardo rivolto verso le immagini fotografiche con le varie tematiche quali la storia con i suoi personaggi, il mondo vivente  e le coste, i pescatori e i visitatori degli ultimi secoli, le escursioni scientifiche e quelle religiose. Soprattutto i bambini sono stati affascinati dalle storie e le leggende legate all’isola come l’uccisione del drago da parte di San Mamiliano e la presenza de “i munacielli”. I ponzesi più anziani, di cui principalmente Aprea, Avellino, Balzano, Calisi, Conte, Cristo, De Martino, Del Vecchio, Di Meglio, Feola, Iodice, Mazzella, Morlé, Rivieccio, Romano, Sandolo, Vitiello si sono soffermati sulle foto dei pescatori riconoscendo spesso atteggiamenti e immagini familiari. Stefano Aprea, esperto di pesca nel mare di Montecristo, Pianosa e l’Africhella ha accolto, e  intrattenuto gli interessati, incontrando vecchi amici di pesca.

L’esposizione, colma di fascino e permeata di mistero, ha destato grande sorpresa e profonde emozioni nell’animo dei visitatori. La grande partecipazione e il profondo interesse per le immagini ha rinsaldato il rapporto di amicizia tra Ponza e l’Elba. Il successo dell’iniziativa è stato grande anche grazie alla partecipazione emotiva dei ponzesi che hanno contribuito ad arricchire la mostra con nuove foto e racconti di esperienze.

Molte sono state le curiosità e la gran parte dei visitatori ha espresso il desiderio di visitare l’isola, chiedendo informazioni sulle modalità di visita e sugli indirizzi a cui rivolgersi.

La Mostra, unica al mondo, resterà aperta tutti i giorni al mattino (dalle 11.00 alle 13.00) e al pomeriggio (dalle 17.00 alle 22.00)

I visitatori potranno richiedere depliant e informazioni presso l’infopoint all’entrata.

Per ulteriori informazione riguardo “Montecristo, l’isola che c’è” e necessario rivolgersi alla Pro Loco di Ponza (Via Molo Musco Ponza, Tel. 0771/80031) oppure telefonare a Info-point Mostra 329.6150763.

 

Ponza, 20 Giugno 2011

 

Raffaele Sandolo

Associazione Amici di Montecristo

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.