Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-31 s-05 106a 68 80 Forme multicolore di spugne incrostanti

Protocollo di intesa

Condividi questo articolo

di Vincenzo Ambrosino

.

Il progetto della Villa delle Tortore è una iniziativa Regionale che io ho condiviso ma come ho affermato nelle “nostre presunzioni”, a Ponza non avrà grossi consensi; questo protocollo d’intesa tra il Comune di Ponza e l’ente Parco del Circeo invece è una iniziativa locale: abbiamo un’isola, Zannone, a sei miglia dal porto di Ponza non utilizzata dal punto di vista della fruizione turistica ambientale e quindi sarebbe logico trovare delle soluzioni politiche organizzative per iniziare una sperimentzione di turismo ecosostenibile. Ma anche su questo versante, le resistenze culturali sembrano insormontabili per cui ho paura che  anche quest’idea rimarrà nel cassetto.

 

BOZZA PROTOCOLLO DI INTESA  TRA L’ENTE PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO E IL COMUNE DI PONZA

Premesso che:

Il Parco Nazionale del Circeo è stato costituito con L. 285/1934;

L’Isola di Zannone è stata inserita nel territorio del Parco Nazionale del Circeo con D.M. del 23.1.1979;

L’Ente Parco Nazionale del Circeo è stato istituito con D.P.R. 4.4.2005;

L’Isola di Zannone rientra nel Parco Nazionale del Circeo e ricade nel territorio del Comune di Ponza;

L’Isola di Zannone rientra nella ZPS IT6040019 “Isole di Ponza, Palmarola, Zannone, Ventotene e S. Stefano” e nel SIC IT6040020 “Isole di Palmarola e Zannone”; e fronteggia l’Isola il SIC  IT6000017 “Fondali circostanti l’Isola di Zannone”;

Da anni il Parco Nazionale del Circeo, anche prima della costruzione dell’Ente gestore, ha un rapporto con il Comune di Ponza teso alla gestione e all’utilizzo dell’immobile sito sull’isola nei pressi dei ruderi del Monastero Benedettino, inizialmente con l’accordo del CNR e del CFS; e a partire dal 2007 l’Ente Parco è subentrato di fatto al CFS nell’accordo suddetto;

In data 2.12.1980 fu sottoscritta una convenzione tra il Comune di Ponza e il Parco Nazionale del Circeo concernente l’Isola di Zannone;

Con successive note dell’UTE n. 2890/2388 del 17.10.1986, n. 4019/1071 dl 7.10.1993 e n. 3549/1489 del 17.4.1997, citate in atti, si provvedeva ad adeguare il canone di affitto dell’Isola e degli immobili in essa compresi (in particolare la “Casa del Guardiano”) di proprietà del Comune di Ponza;

A seguito di una serie di note tra l’UTB di Fogliano, il Comune di Ponza e l’Ente Parco Nazionale del Circeo nel 2006, da ultimo vedi nota Sindaco di Ponza prot. n. 7561 del 19.9.2006, nota C.S. Ente Parco prot. PNC/COM/2006/1534 del 10.10.2006e nota Commissario Ente Parco prot. PNC/COM/2007/1154 del 9 maggio 2007, l’Ente Parco proponeva al Comune di Ponza di ratificare l’avvenuto subentro dell’Ente Parco quale nuovo Organo di gestione del PNC (DPR 4.4.2005), nel rapporto convenzionale precedentemente in essere con l’Ufficio del CFS già preposto alla gestione dell’area protetta (L. 285/34);

A seguito di tale proposta il Commissario Straordinario dell’Ente Parco procedeva ad erogare il “canone di competenza del Parco (pari a € 14.460,79 euro/anno)” nelle seguenti modalità:

– l’importo di € 14.460,79 relativo a “Indennità occupazione alloggio Isola di Zannone” a favore del Comune di Ponza, con mandato n. 27 del 19.10.2006, a valere sul cap. 4010 del Bilancio di Previsione Ente Parco, esercizio competenza anno 2006;

– l’importo di € 14.460,79 relativo a “Indennità occupazione alloggio Isola di Zannone” a favore del Comune di Ponza, con mandato n. 287 del 06.12.2007, a valere sul cap. 4010 del Bilancio di Previsione Ente Parco, esercizio competenza anno 2007;

La tutela e la valorizzazione dei beni naturalistici e culturali, ai sensi degli art. 1 e 2 della Legge n 394/91, e ai sensi del D.P.R. 4.4.2005, rientra tra gli obiettivi primari dell’Ente Parco e del suo principale strumento gestionale e di pianificazione, il Piano del Parco, attualmente in fase di redazione;

Le linee guida per la bozza di Schema di Piano del Parco già approvate dal Consiglio Direttivo, e lo stesso Schema di Piano del Parco redatto dagli Uffici, prevedono al fine di garantire la migliore salvaguardia degli ecosistemi dell’Isola – tutelati a livello nazionale ed internazionale – ma garantendo al contempo gli obiettivi che la legge pone in capo all’Ente Parco, una fruizione controllata dei beni naturalistici che consenta l’accesso controllato all’Isola attraverso strutture leggere gestite dall’Ente Parco in collaborazione con la Comunità Locale;

Al fine di garantire una corretta fruizione sono intercorsi incontri tra l’Ente Parco ed il Comune di Ponza, nei quali si è concordato che è necessario a tal fine dotare l’isola di Zannone di alcune piccole strutture – pontile galleggiante stagionale per l’approdo, campo boe, strutture per la vista – utilizzando esclusivamente gli immobili esistenti e senza in alcun modo alterare lo stato dei luoghi;

L’Ente Parco ed il Comune di Ponza concordano quindi sulla necessità di rendere più agevole e sicura la visita all’Isola di Zannone, che si concorda potrà avvenire solo a piedi ed utilizzando la sentieristica già esistente;

è quindi intenzione del Comune di Ponza e dell’Ente Parco Nazionale del Circeo procedere con un ulteriore accordo che realizzi una gestione condivisa dell’Isola di Zannone, ed in particolare delle proprietà comunali su di essa presenti, con un programma di investimenti finanziato dall’Ente Parco Nazionale del Circeo, e al fine di reperire ulteriori risorse da investire sui beni immobili presenti sull’Isola di Zannone al fine della tutela ambientale e dello sviluppo turistico ecologicamente sostenibile;

Visto l’art. 15, commi 1 e 2 della Legge 241/90 e s.m.i., che prevede che Anche al di fuori delle ipotesi previste dall’articolo 14, le amministrazioni pubbliche possono sempre concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune, e che per detti accordi si osservano, in quanto applicabili, le disposizioni previste dall’articolo 11, commi 2 e 3 della stesa legge 241/90;

Tutto ciò premesso;

TRA

Il Comune di Ponza, rappresentato dal Sindaco, Pompeo Porzio, nato a ___ il ___ e residente per la carica presso il Municipio di Ponza;

E

L’Ente Parco Nazionale del Circeo, rappresentato dal Presidente, Gaetano Benedetto, nato a Patti (ME) il _____, residente per la carica presso la sede legale dell’Ente Parco Nazionale del Circeo, Via Carlo Alberto 104, 04016 Sabaudia (LT);

Si concorda quanto segue:

Art. 1 – Premesse

Le premesse sono parte integrante del presente accordo.

Art. 2 – Finalità

Il presente protocollo di intesa (nella forma di Accordo tra Enti ai sensi art. 15 legge 241/90) ha finalità generale la tutela e la valorizzazione dei beni naturalistici e culturali, ai sensi degli art. 1 e 2 della Legge n 394/91, e ai sensi del D.P.R. 4.4.2005, nonché obiettivi di sviluppo sostenibile delle comunità locali. ed in particolare di quella di Ponza, che rientrano tra gli obiettivi primari dell’Ente Parco.

Il presente protocollo di intesa rappresenta stralcio sperimentale attuativo della progettualità e delle previsioni del Piano del Parco, relativamente a Zannone, le linee guida per la bozza di Schema di Piano del Parco già approvate dal Consiglio Direttivo, e lo stesso Schema di Piano del Parco redatto dagli Uffici prevedono infatti, al fine di garantire la migliore salvaguardia degli ecosistemi dell’Isola – tutelati a livello nazionale ed internazionale ma garantendo al contempo gli obiettivi che la legge pone in capo all’Ente Parco, una fruizione controllata dei beni naturalistici che consenta l’accesso controllato all’Isola attraverso strutture leggere gestite dall’Ente Parco in collaborazione con la Comunità Locale.

L’Ente Parco ed il Comune di Ponza concordano quindi sulla necessità di rendere più agevole e sicura la visita all’Isola di Zannone, che si concorda potrà avvenire solo a piedi ed utilizzando la sentieristica già esistente; è necessario a tal fine dotare l’isola di Zannone di alcune piccole strutture – pontile galleggiante stagionale per l’approdo, campo boe, strutture per la vista – utilizzando esclusivamente gli immobili esistenti e senza in alcun modo alterare lo stato dei luoghi.

Art. 3 – Impegni dell’Ente Parco Nazionale del Circeo

L’Ente Parco Nazionale del Circeo, al fine dell’attuazione e come corrispettivo del presente accordo – visto il precedente rapporto intercorrente tra il Comune di Ponza, il CNR e il CFS, teso alla gestione e all’utilizzo per i fini istituzionali del Parco Nazionale del Circeo dell’Isola e dell’immobile sito sull’isola nei pressi dei ruderi del Monastero Benedettino (“Casa del Guardiano” – Ex Casa di Caccia), di proprietà del Comune di Ponza – riconosce e liquida al Comune di Ponza forfettariamente le seguenti cifre a titolo di contributo sostitutivo del canone di affitto degli immobili e dei terreni dell’Isola in base ai precedenti accordi e convenzioni con il CFS:

–          per l’anno 2008: € 14.460,79;

–          per l’anno 2009: € 14.460,79;

–          per l’anno 2010: € 14.460,79.

L’Ente Parco si impegna ad effettuare il pagamento del suddetto contributo complessivamente pari ad € 43.382,37 (Quarantatremilatrecentoottantaduevirgolatrentasette) al Comune di Ponza entro il 30.6.2011.

L’Ente Parco si impegna inoltre, nell’ambito della collaborazione di cui al presente accordo, alla predisposizione di un apposito rilievo tecnico studio di fattibilità per un progetto di restauro e recupero dell’immobile (“Casa del Guardiano” – Ex Casa di Caccia); si impegna inoltre, nell’ambito delle proprie possibilità istituzionali, ad attivare tutti i canali necessari finalizzati al reperimento delle risorse necessarie all’esecuzione dei lavori previsti in tale progetto di restauro e recupero dell’immobile. In tale rilievo tecnico va inclusa una perizia tecnica che attesti la sicurezza strutturale dell’immobile al fine di un possibile utilizzo immediato. Tale rilievo tecnico e studio di fattibilità è già stato oggetto di un incarico assegnato dall’Ente Parco a tecnico abilitato per un importo pari ad € 10.000,00 + IVA ed oneri.

Nel contempo l’Ente Parco si impegna a stanziare sul proprio bilancio di previsione l’ulteriore somma di € 55.539,21 (Cinquantacinquemila) lordi per realizzare i seguenti interventi urgenti:

–          la manutenzione ordinaria e/o il restauro conservativo di almeno una parte dell’immobile situato sull’Isola di Zannone denominato “Casa del Guardiano” – Ex Casa di Caccia, di proprietà del Comune di Ponza, al fine di garantirne la conservazione e consentirne – a partire dall’Estate 2011, ferme restando le condizioni di sicurezza che dovranno essere preventivamente asseverate in sede tecnica, un utilizzo almeno parziale per la fruizione turistica, l’educazione ambientale e la ricerca scientifica; per i lavori verrà privilegiato il coinvolgimento di ditte con sede legale o operativa a Ponza;

–          la realizzazione di un punto di approdo stagionale – qualora tecnicamente fattibile e previo ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni – tramite la posa di un pontile mobile stagionale estivo in località “Il Varo”;

–          la realizzazione di uno/due campi boe, di limitate dimensioni – qualora tecnicamente fattibile e previo ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni -, per consentire indicativamente da un lato dell’Isola l’accesso tramite l’approdo di servizio per il CFS e il personale dell’Ente Parco in località “Il Varo” e dall’altro lato dell’Isola l’accesso pubblico  e la corretta fruizione dell’area sita in località “Il Faro”;

–          un corso di aggiornamento e formazione specifico nel campo del turismo sostenibile legato ai valori naturalistici e alla presenza del Parco Nazionale del Circeo, indirizzata a giovani residenti nel Comune di Ponza, ed anche più in generale agli operatori turistici, pescaturistici o del diving ponzesi, che intendano sviluppare visite presso l’isola di Zannone;

–          una sistemazione ed all’integrazione della cartellonistica esistente e la produzione di un apposito depliant promozionale, anche in lingua inglese, dell’isola di Zannone, per meglio garantire la valorizzazione e la fruizione dell’Isola.

La realizzazione sperimentale dell’approdo stagionale quindi comunque avrà caratteristiche di stagionalità e di facile rimozione di tutte le strutture a questo necessarie, e basso impatto ambientale. La corretta ubicazione del pontile mobile galleggiante stagionale e delle boe verrà stabilita attraverso uno studio tecnico di cui si fa carico l’Ente Parco anche nell’ambito delle analisi relative al Piano.

L’Ente Parco e il Comune di Ponza concordano sulla necessità di affidare la gestione dei servizi per il controllo e il supporto al flusso di visitatori ad una cooperativa che verrà selezionata tramite apposito bando con preferenza alle strutture operanti e/o aventi sede sull’Isola di Ponza. I servizi di accoglienza potranno utilizzare – previa verifica tecnica e geologica – come punto di ricezione la piccola grotta sita presso l’approdo in località “Il Varo”.

Infine, l’Ente Parco Nazionale del Circeo si impegna a garantire anche per l’anno 2011 la realizzazione di un campo scientifico di inanellamento degli uccelli migratori sull’Isola di Zannone, gestito con personale riconosciuto dall’ex-Istituto Nazionale della Fauna Selvatica (ora ISPRA), aperto alla frequentazione delle scuole di Ponza e dei cittadini che intendessero visitare il sito delle operazioni, a garantire una costante presenza del CFS – tramite il CTA (Coordinamento Territoriale Ambiente) per un supporto informativo e di sicurezza al pubblico, nonché sulla base della convenzione in essere con il CFS-UTB di Fogliano (che conserva una base operativa in concessione dal Demanio Marittimo presso il sito del “Faro”), a garantire una manutenzione ordinaria della sentieristica.

Art. 4 – Impegni del Comune di Ponza

Il Comune di Ponza, a seguito degli impegni assunti dall’Ente Parco Nazionale del Circeo e sopra dettagliati, si impegna a quanto segue:

–          autorizzare l’Ente Parco Nazionale del Circeo ad utilizzare sperimentalmente per l’anno 2011 l’Isola di Zannone nella parte di proprietà comunale per attività istituzionali quali ricerca scientifica, educazione ambientale, turismo sostenibile ed in particolare visite guidate e campo di inanellamento scientifico degli uccelli;

–          relativamente alla “Casa del Guardiano” – Ex Casa di Caccia, nonché immobili annessi, autorizzare l’Ente Parco Nazionale del Circeo ad accedere all’immobile, intervenire con rilievi finalizzati a studio di fattibilità e la progettazione con un restauro conservativo, nonché a realizzare un intervento in economia di manutenzione ordinaria dell’immobile; e a seguito di tali interventi autorizza l’Ente Parco ad utilizzare la struttura per la stagione 2011 al fine di una controllata fruizione turistica, realizzata con il supporto di strutture professionali private locali;

–          supportare l’Ente Parco Nazionale del Circeo – di comune accordo – nella ricerca di finanziamenti pubblici necessari per provvedere ad un radicale intervento di restauro conservativo e manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile “Casa del Guardiano” – Ex Casa di Caccia, al fine di adibirlo a “Rifugio marino” e a “Museo – Centro Visitatori”;

–          facilitare l’Ente Parco Nazionale del Circeo, per quanto di propria competenza, nell’organizzare le attività sull’Isola  Zannone, nel trovare i necessari contatti con la comunità isolana per le attività previste, nonché ad ottenere le necessarie autorizzazioni per le strutture previste dal presente accordo.

Art. 5 – Durata

Il presente accordo ha valenza dal giorno della sottoscrizione, e durata di un anno (365  giorni). Alla scadenza l’Ente Parco e il Comune di Ponza valuteranno congiuntamente i risultati della sperimentazione e valuteranno ulteriori iniziative congiunte per l’attuazione delle finalità istituzionali dei due Enti.

Data _______________

Per il Comune di Ponza

Il Sindaco

Pompeo Porzio

Per l’Ente Parco Nazionale del Circeo

Il Presidente

Gaetano Benedetto

Condividi questo articolo

1 commento per Protocollo di intesa

Devi essere collegato per poter inserire un commento.