Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-29 30-07-2005-19-32-10_0004 k2-35 ss09 hp0053 prove-con-giancarlo-nicotra

Pensare in piccolo per crescere grandi

Condividi questo articolo

di Assunta Scarpati

Leggo con molto piacere gli articoli dibattito e oggi vorrei dire la mia opinione con molta umiltà… Concordo in molti punti con tutti gli editorialisti.

Ponza ha bisogno di lasciarsi il passato alle spalle, altrimenti rischiamo con il futuro.
Per ritornare a crescere abbiamo bisogno di nuova politica, di aprire gli occhi sul nostro tessuto sociale a pezzi, di interagire con tutte le classi sociali e tutte le categorie per permettere una coscienza di legalità, di economia e di un’ampia visione di sviluppo che tocchi tutti gli argomenti civili.
E’ indubbio che le nuove generazioni sono importantissime in questa fase perchè rappresentano nuova linfa vitale; il nostro compito è confrontarci con loro, dare loro tutto l’appoggio, l’esperienza di cui hanno bisogno per “traghettare” il nostro paese ad una nuova fase.
Dobbiamo gestire e impugnare il presente per gestire il futuro perchè lo sviluppo non sia una chimera ma un dovere, soprattutto per chi verrà dopo di noi.
Sappiamo bene che per coinvolgere le parti sociali in un fruttuoso confronto e, soprattutto, i giovani bisogna parlare di un argomento in particolare: il lavoro.
E’ questo che ti permette di non lasciare la tua terra, è questo che ti permette di pensare al futuro….
Ponza è una realtà fatta di micro imprese,di piccoli lavori che partono dalla pesca, il turismo, l’edilizia artigiana che devono essere veicolo di trasmissione non solo del benessere ma della nostra identità storica e culturale; dobbiamo promuovere la realizzazione umana che è fondata sul merito e sulla fatica, dobbiamo valorizzare il nostro talento.
Dobbiamo pensare al lavoro come come un fattore stimolante che pensi al profitto ma che si compia nel rispetto del territorio, dell’uomo e delle tradizioni. Dobbiamo adeguarci al mercato e alla richiesta, dobbiamo reinventarci ogni volta sia necessario “sfruttando” semplicemente quello che eravamo.
Dobbiamo pensare in piccolo per crescere grandi:
costa fatica,
costa sacrificio,
costa rinunce,
ma ti permette di vivere dignitosamente nel luogo che ami con tutto te stesso.
Assunta Scarpati
Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.