Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_19-59-13 a-03 e-08 v5-3a scotti-e-bis 80

I quaraquaglie

Condividi questo articolo

di Franco de Luca

 

Tempo di ‘passo di uccelli’ su Ponza.
Nino Picicco ha musicato questa canzone su un testo in dialetto.
Si parla di ‘gruccioni’ (Merops apiaster), ovvero I QUARAQUAGLIE

Ascolta il brano: I quaraquaglie

Ed ecco il testo:

 

Nun me sbaglio, ’i sento ’i sento

’i  vì cca’ stann’ arrevanno

E giranno tutt’attorno

Dint’u’ cielo volteggianno

I quaraquaglie… so’ i quaraquaglie…

 

’I ’sti tiempe, comme ogne anne

Quanno ’ll’aria è chiena ’i neglia

C’annasconne u’ sole e u’ mare

Proprio ’a’llà stanno sbucanno

I quaraquaglie… so’ i quaraquaglie…

 

Quacquarì quacquarì

Sta chiammanno pe’ veni’

E i cumpagne respunnenno, fanno i gire strepetianno

Quacquarì…

Quacquarì quacquarì ate ancora hannà veni’

E s’accocchieno int’all’aria a furmà comme ’nu ciore

Quacquarì..

 

Proprio ’a’llà comme saette

P’a campagna mo’ se iette

Piette giallo scelle verde

Nu’ muschiglie nun s’u’ perde

U’ quaraquaglie… u’ quaraquaglie…

 

Dint’u cielo all’impruvviso

Accucchiannese a fa’ festa

Vanno a tre a cinche a sette, primavera mette mmosta

I quaraquaglie… so’ i quaraquaglie…

 

Quacquarì quacquarì

U’ bello ancora ha’dda veni’

Siente fore comme chiamma

Sta ’nvitanno a tutt’ a ggente

Quacquarì

 

Quacquarì quacquarì

Iesce fore nun trasi’

Ca cu ’sta bella stagiona

Tutte quante stanne buone

Quacquarì

 

Quacquarì quacquarì

Sta chiammanno pe’ veni’

E i cumpagne respunnenno

fanno i gire strepetianno…

 

Condividi questo articolo