Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-16_19-00-53 k2-22 ambrosino-06 valiante-giuseppe hp0053 massimo-di-cataldo

L’isola misteriosa (2)

Condividi questo articolo

di Sandro Russo

Per la prima parte leggi qui

 

L’isola in tutte le stagioni è un grande museo all’aperto della flora mediterranea, ma il suo momento magico è soprattutto la primavera, quando la fioritura contemporanea di quasi tutte le essenze dà ad essa un carattere inconfondibile.

La macchia mediterranea è rappresentata da alcune piante tipiche, adattate a resistere alla siccità, al vento e alla salsedine. Non sono invece presenti, o costituite da pochi esemplari, le varie specie di ginestre (Genista ephedroides, Spartium junceum, Calycotome spinosa) molto diffuse nelle isole vicine. Il versante opposto all’isola madre – che nessuno vede mai, come l’altra faccia della luna – è invece coperto  da un fitto bosco di lecci (Quercus ilex). Anche qui c’è un camminamento in pietra, di antica fattura, che attraversa il bosco e con un percorso molto suggestivo, con in mare che si intravede in basso tra gli alberi, porta giù al faro.

Il bosco di lecci sull’altro dei versanti dell’isola, con il mare da una parte e un costone scosceso dall’altra; nell’immagine qui sopra un particolare della scala che si snoda nel bosco, fino al mare

Nella stessa foto, all’inizio della primavera: euforbia (Euforbia dendroides), dalla fioritura gialla e dal fogliame verde chiaro; viole di Pasqua (Matthiola incana) ed elicriso (Helichrysum italicum) dal fogliame grigio-verde, ancora in boccio

Euforbia (Euforbia dendroides, in dialetto cecauocchie) per il lattice irritante che tutte le Euforbiaceae producono

Macchia di erica (Erica carnea) su uno strapiombo a picco sul mare

Mirto (Myrtus communis). Ha una fioritura alla fine della primavera e a volte una seconda in tarda estate. Con le bacche, macerate in alcool, si fa un tipico liquore

La fioritura di tre tipi di cisto. Dall’alto: cistus monspeliensis, dalle foglie lanceolate e fiore bianco; cistus incanus dal fiore rosa e del cisto dalle foglie di salvia (cistus salviaefolius), ancora bianco-fiorito

Il lentisco (Pistacia lentiscus), della stessa famiglia del pistacchio (Pistacia vera) è un tipico arbusto della macchia mediterranea e della nostra isola. Un caratteristico odore resinoso si sviluppa stropicciando le foglie

Daphne odora, Fam. Thymelaceae, una pianta poco nota della flora mediterranea, in forma di piccolo arbusto, dal fiore bianco rosato, intensamente profumato

Fioritura estiva dell’elicriso (Helichrysum italicum) tra i ruderi del vecchi monastero

***

Con il nostro gruppo eravamo arrivati sull’isola per una semplice vacanza e fummo travolti da profumi, sensazioni, pensieri dimenticati, eppure profondamente radicati nella nostra memoria…

[L’sola misteriosa. (2). Continua qui]

Condividi questo articolo