Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a4-35 i-08 m1-6 14 000093_b prove-con-giancarlo-nicotra

‘A primma luna monta. Tarantella

Condividi questo articolo

 

Riproponiamo aggiornata – completa delle parole – la filastrocca “ ’A primma luna monta” – musicata e cantata da Nino Picicco e Franco De Luca

Dalla presentazione precedente:

“Partecipo al pubblico di “ponzaracconta” una canzone scritta  e musicata da Nino Picicco. E’ in dialetto ponzese ed è una assoluta novità perché Ponza manca di un repertorio musicale proprio.
Nino Picicco sta cercando di colmare questa carenza cimentandosi in eleborazioni musicali di brani dialettali.
Questa è una tarantella e mette in musica le sequenze del gioco “‘A primma luna monta”. A cantarla siamo io e Nino.
Poiché è una primizia,  saremmo lieti di conoscere cosa ne pensano i lettori.
Grazie”

Franco De Luca

 

Ascolta qui: ‘A primma luna monta

’A primma luna monta se ne venesse Pascale

Duie buchi pe’ terra me tocca scavare

Tre righi quattro spazi e po’ a ranate

Nu caucio ind’u’ culo t’aggia da’

Sei muorte incrociati e pe’ cadè

’Ncruciate i piedi tuoi tiene a tene’

I sette statuine staie aspettanno

Ca l’ultimo a zumpa’ danno nun fa

Otto porche dint ’a rotta ‘i Menecuccio ’a vocca storta

Otto porche dint ’a rotta ‘i Menecuccio ’a vocca storta

Otto porche dint ’a rotta ‘i Menecuccio ’a vocca storta

Otto porche dint ’a rotta ‘i Menecuccio ’a vocca storta

Cu’ nove margherite senza mane può zumpare

Mo’ invece i cazzotti tu a dieci puo’ appoggiare

Undici, e primmo ’nterra puoi restare

Fino a ca u’ primmo conta fino a tre

Cu dudece t’attocca mo’ aspettà

Ca l’ultimo se mette mo’ a cuntà

A tridece vulisse già vula’

E ’a terra mo accummience tu a scellià

A quattordece io t’u mette – Pascalino prummettette

A quattordece io t’u mette – Pascalino prummettette

A quattordece io t’u mette – Pascalino prummettette

A quattordece io t’u mette – Pascalino prummettette

E quinnece, e t’aggio miso u’ spruocculiello arete i’ rine

E sidece, mo’ vengo, mo’ vengo a m’u’ pigliare

Diciassette, m’aggio pigliato e te dispiace

U’ saccio già te sire affezionato

Diciotto, cricche e crocche

Mangiamancino scassacandere e u’ cecato

Terava ’a recchia e u’ caucio te deve

Si no tu nun putive cchiù pazzià

Diciannove, arete ’a piazza chiappe chiappino e matarazze

Diciannove, arete ’a piazza chiappe chiappino e matarazze

Diciannove, arete ’a piazza chiappe chiappino e matarazze

Diciannove, arete ’a piazza chiappe chiappino e matarazze

***

Vinte, arapete u’ fuosso e minete a’ dinto

Ventuno, schizza u’ nierve e te va ’nculo

A me int’a coscia a te proprio int’u’ culo

E’ meglio a te c’a tutte quante nuie

Vintiduie e vinditre, viva u’ Re viva u’ Re

Vintiduie e vinditre, viva u’ Re viva u’ Re

Otto porche dint’ ’a rotta ‘i Menecuccio ’a vocca storta

A quattordici io t’u’ metto – Pascalino prummettette

Diciannove, arete ’a piazza chiappe chiappino e  matarazze

Vintiduie e vinditre, viva u’ Re viva u’ Re

Vintiduie e vinditre, viva u’ Re viva u’ Re

Franco De Luca & Nino Picicco

.

Qui si può vedere, inserito da Nino Picicco su YouTube, un interessante filmato dei giochi dei tempi passati, sulle note della tarantella che già conosciamo…

 

Condividi questo articolo

1 commento per ‘A primma luna monta. Tarantella

  • La Redazione

    A corredo dell’articolo si può vedere, inserito da Nino Picicco su YouTube, un interessante filmato dei giochi dei tempi passati, sulle note della tarantella che già conosciamo…